I siti che realizzo sono su misura per ogni singolo cliente.
Ritengo che la conoscenza del committente sia fondamentale per un prodotto finale che soddisfi le sue richieste.
Il sito è ormai diventato un biglietto da visita, un'etichetta con cui ci si presenta al mondo.
Ogni cliente ha le sue esigenze, un proprio gusto estetico, modelli di riferimento e vuole far emergere dal sito le proprie peculiarità che io cerco di comprendere e soddisfare concentrandomi su ciò che è realmente rilevante.
Dopo aver raccolto gran parte del materiale (ossia: loghi, immagini, testi, e tutto quello che può servire per il sito) realizzo una bozza grafica per la home page ed una grafica tipo per le pagine successive (il tutto utilizzando Photoshop).
Quindi propongo le bozze al cliente per un confronto di idee.
Nel caso in cui la bozza venga accettata procedo con il montaggio del sito (utilizzando Dreamweaver ed il linguaggio HTML).
Se il sito è statico (cioé non ha bisogno di un database per i prodotti e non ha bisogno di essere aggiornato di continuo) mi occupo sia della grafica sia del montaggio sia del linguaggio; se invece il sito è dinamico mi appoggio ad un programmatore che si occuperà del database e del linguaggio specifico richiesto.
Tengo il cliente sempre aggiornato sulle varie fasi di lavorazione e con lui verifico se tutto funziona.
Inserisco (ai fini dell'indicizzazione del sito), all'interno del linguaggio html, per ogni singola pagina parole chiave, descrizione e testo alternativo per le immagini.
Verifico se il sito rispetta gli standard del W3C (il World Wide Web Consortium è una comunità internazionale che lavora per sviluppare standard Web) e procedo alla pubblicazione on-line.
Dal punto di vista grafico i siti che realizzo sono molto semplici e puliti perché la priorità deve andare ai prodotti o ai servizi che un'azienda propone.
Ricorro all'uso di Flash nel caso di piccoli menù o nel caso di photogallery in cui l'utente ha la possibilità di fermare l'avanzamento automatico delle foto, o passare all'immagine successiva, o ritornare all'immagine precedente.
Se si tratta di fotografi (come nel caso di Marco Nava, di Giampietro Agostini, di Alan Maglio e di FaltaUno) l'immagine deve avere il massimo spazio per attirare su di sé tutta l'attenzione possibile. In ogni singolo caso ho concordato con il cliente una modalità ben precisa e diversa dalle precedenti.
Nel caso di Album (associazione culturale senza fini di lucro che lega la sua attività ai temi della fotografia e della comunicazione visiva), oltre ad impaginare tutto il materiale in modo semplice ed elegante, ho dato uno spazio rilevante alla sezione Premio Pezza, che già nel menù di navigazione si differenzia dagli altri link, in home page mettendo un piccolo specchietto con le notizie relative al concorso fotografico.
Nel caso di BNA Arredamenti ho realizzato una home page molto semplice che mostra immediatamente al visitatore la creatività e l'eleganza che contraddistingue l'azienda; ho dato importanza all'aspetto visivo inserendo delle fotografie di diversi ambienti arredati. Ho infatti capito che l'esigenza del mio cliente era quella di avere un sito semplice che mettesse in primo piano l'impegno e la cura che impiegano per creare ambienti confortevoli; ho pertanto creato delle pagine ad hoc.
Nel caso della Cooperativa Cadore (trasporto merci con l'ausilio di autocarri ribaltabili di piccole e medie dimensioni con portate elevate in Milano e provincia), l'esigenza della società era quella di presentarsi alla clientela in modo semplice e pulito. I testi ben scritti e l'abbondanza di immagini hanno fatto il resto.
Per l'Osteria del Treno (ristorante milanese che aderisce ai prodotti dei presidi Slow Food) l'esigenza era quella di dividere in due l'offerta, differenziando l'Osteria (a pranzo servizio self-service con piatti serviti direttamente dalla cuoca, menù alla carta per la sera) dalla Sala liberty (salone di fine '800, con scalinata, balconate in ferro battuto, colonne in ghisa, pavimento di graniglia madreperlato e soffitto affrescato, adatto per convegni, feste danzanti, compleanni, matrimoni, ecc...). Da qui l'idea di "spezzare" la home page in due. I brevi testi di presentazione delle due realtà e alcune immagini danno idea del luogo. I link portano alle varie offerte enogastronomiche delle due realtà.
Ogni sito ha le sue particolarità ed ogni sito è diverso dall'altro, per questo la professione del webdesigner richiede un costante aggiornamento, sia dal punto di vista grafico sia da quello relativo alla programmazione.
Solo con un lavoro attento e costante si possono migliorare i propri prodotti.

ultima modifica: 30/03/2013