Qualche anno fa un gruppo di amici, aiutando Arturo (figlio dell'ultimo Custode) a liberare dai rovi il giardino, hanno ri‑scoperto un piccolo angolo di storia.
Da allora la voglia e le idee di ridare vita a tutta la Casa non si sono mai fermate.

All'inizio del 2000 si è costituita l'Associazione Casa del Custode delle Acque con l'intento di conservare e valorizzare questo piccolo patrimonio.

Da sempre crocevia di persone e lavori, la Casa oggi è pensata come un futuro centro culturale polivalente.

Un costante riscontro positivo è stato dato anche dal Comune di Vaprio d'Adda (MI).
Dopo il restauro l'Associazione ha ripreso a proporre varie attività culturali volte alla valorizzazione della Casa.
testo tratto dal sito
www.casacustodeacque.org
home page

ultima modifica: 30/03/2013